Il “nuovo” Antenore impatta 4-4 con il Godego all’esordio in Coppa Italia

I biancorossi si fanno rimontare nella ripresa dopo aver portato la gara sul 4-1.

Inizia con un pari la stagione ufficiale 2021/22 della Prima Squadra dell’Antenore Sport Padova. I biancorossi colgono un punto frutto del 4-4 con i castellani del Futsal Godego: rimane sicuramente l’amaro in bocca ai ragazzi di Rodriguez visto il vantaggio di tre reti a pochi minuti dal termine sciupato dai nostri o annullato dagli ospiti, dipende dai punti di vista, che sancisce la fine delle ostilità in equilibrio.

“Trust the process” era lo slogan del nuovo corso dei Philadelphia 76ers, “Non avere paura” canta Tommaso Paradiso. Due stati mentali che devono essere ben chiari nella testa di atleti, staff, tifosi e supporter: la nostra Prima Squadra ha subito un forte rebuilding durante l’estate, con una chiara impronta decisa a valorizzare tra i senior i talenti dell’Under 19. E’ un percorso bellissimo, affascinante ma che richiede tempo, fiducia e soprattutto lavoro.

La gara, se non bella a livello tecnico, si distingue per una buona intensità fisica. A trovare il vantaggio sono i padroni di casa con Papi D. che sfrutta sul secondo palo un assist di De Vivo. Un vantaggio effimero che dura pochi secondi a causa di un’incomprensione tra Crepaldi e Locrati, con Lima bravo sfruttare lo spazio e pareggiare il tabellone. Nella ripresa Cinquino riporta in avanti i suoi con una punizione che si infila tra barriera, palo e uomo a copertura. Marcatura che viene seguita da quella di Secchieri G., abile a finalizzare sul secondo palo una gran palla di Papi D. in transizione: Diego segna poi anche la quarta rete biancorossa, la sua personale doppietta, sfruttando la superiorità causata dall’espulsione di Medi Zarouali e favorita dall’assist di Rizzi. Quando sembra tutto fatto cadono invece le certezze: il Godego marca due volte il cartellino grazie al portiere di movimento e pareggia sfruttando un velenoso errore in fase di possesso.

Brividi nel finale con occasioni per entrambe le squadre neutralizzate da Paladin e Marin, estremi difensori che si sono messi in evidenza in questo match.