Ad un passo da una grande impresa, l’esperienza fa la differenza: Tiemme – Antenore 6-5

Si sapeva che contro i trevigiani sarebbe stata dura, visto il roster dei padroni di casa, ma i biancorossi escono a testa alta: si può solo crescere.

A testa alta, anzi altissima, e con un po’ (eufemismo) di rammarico per non essere riusciti a strappare nemmeno un (forse meritato) punto. E’ questo lo stato d’animo della squadra al termine dell’esordio in Serie C1, accompagnato indubbiamente dalle ottime sensazioni che il campo ha dato: in prospettiva, questi giovani, e in generale tutta questa squadra, la C1 la può fare alla grande.

De Vivo, Papi D., Iozzino e Pergola sono solo alcuni degli indisponibili con cui mister Rodriguez ha dovuto fare i conti nella trascrizione delle convocazioni. Assenze che non hanno pregiudicato però lo spirito e la mentalità dei biancorossi che chiudono il primo tempo addirittura sull’1-3. Nella ripresa i padroni di casa fanno valere tutta l’esperienza della loro rosa e, nonostante uno stanchissimo ultimo forcing nel finale, tengono sul parquet di casa l’intera posta in palio.

E’ solo un punto di partenza, la scalata è appena iniziata.

Antenore Sport Padova: Parisotto, Rodriguez, Crepaldi, Griggio, Conte, Bacco, Bortolini, Secchieri, Cinquino, Zecchinato E., Papi S., Paladin. – Dir. Cerato, All. Rodriguez, Prep. port. Mastroeni.

Marcatori: Bortolini 2, Secchieri, Rodriguez, Crepaldi