La vittoria sfugge a 3 minuti dalla fine: a Montebello finisce 3-3 tra le prime della classe

Pari e patta tra Leonicena e Antenore: le squadre appaiate al primo posto in classifica si neutralizzano tra loro regalando comunque emozioni in un match intenso. In caso di arrivo a pari punti in cima alla classifica a fine stagione è previsto lo spareggio in campo neutro.

Ad un passo dall’impresa. Acciaccato e con le rotazioni ridotte al minimo, l’Antenore sfiora il colpaccio nello scontro al vertice con il Leonicena arrivando a soli tre giri di orologio dalla vittoria che avrebbe quasi chiuso i giochi. Vicentini e padovani si sfidano in una gara dai capovolgimenti di campo e risultato che termina con un pareggio sostanzialmente giusto e rimanda ogni festa al prossimo weekend (i calcoli li facciamo alla fine dell’articolo).

Partono molto bene i nostri che trovano il vantaggio con Crepaldi. Un punto che dura poco: i padroni di casa infatti infilano gli ospiti con uno schema da calcio di punizione, quel polaris tanto studiato, prima e con una rapida transizione poi. E’ un momento di squilibrio, prima mentale e poi tattico, per l’Antenore che fatica a ritrovare il bandolo della matassa nonostante qualche contropiede non concretizzato. Parisotto si mette in luce con un paio di parate prima di illuminare il palasport di Montebello con un lancio che pesca Cinquino in posizione di pivot: il 10 biancorosso mette giù, lavora e consegna uno splendido pallone a Giordano che poco prima del duplice fischio rimette tutto in parità.

Intermezzo: complimenti ai padroni di casa per l’organizzazione dell’evento, curato dal pre partita ai saluti finali.

Nella ripresa continuano le schermaglie in campo ma le ristrette rotazioni dei padovani cominciano a farsi pesare. Serve ancora un guizzo del capitano per il nuovo vantaggio biancorosso: altro lancio di Parisotto che pesca Crepaldi, abile a calciare ad incrociare per il 2-3. Trovato il sorpasso, Antenore da qui in poi faticherà a sorpassare la metà campo se non con qualche ripartenza. Il Leonicena si fa pericoloso con un paio di conclusioni da fuori, parate, o incursioni che sbattono sul muro padovano. I biancorossi esauriscono dopo il ventesimo il bonus falli e mandano dal dischetto del tiro libero i padroni di casa: Parisotto intuisce, para, e per poco nel rilancio a porta sguarnita non allunga il divario. Il Leonicena gioca la carta del portiere di movimento schiacciando Antenore nella propria metà campo. La difesa regge fino al 31esimo quando, troppo bassa, la prima linea non esce sul pallone scaricato al limite dell’area che viene insaccato per il 3-3 finale. Cinquino avrebbe sui piedi una clamorosa occasione ma l’estremo difensore vicentino è bravo a chiudere lo specchio in uscita.

Non c’è più tempo e il triplice fischio chiude la contesa. Un pari che sa tanto di arrivederci: se infatti le due squadre chiuderanno prime a pari merito a fine campionato sarà necessario uno spareggio in campo neutro. La vera domanda però è: venerdì prossimo potremo festeggiare insieme la C2 con i nostri tifosi? La prima squadra dovrà sicuramente vincere e attendere il risultato di Trecenta – Leonicena: se i vicentini vinceranno o pareggeranno con i rodigini, sarà festa!

Appuntamento quindi a venerdì 12 aprile alle ore 21.30 alla palestra Gozzano.

Leonicena vs Antenore Sport Padova 3-3
Antenore Sport Padova: Parisotto, Paccagnella, Dainese, Locrati, Rodriguez, Rettore, Giordano, Bacco, Crepaldi, Cinquino, Secchieri, Paladin. Dir. Zecchinato, All. Rozzato
Marcatori Antenore: 2 Crepaldi, Giordano